Isa Broggi

e le origini del Nido

Nel 1948, Isa Broggi, bancaria milanese da sempre persona molto impegnata, insieme ad altri colleghi fonda la FABI (Federazione Autonoma Bancari Italiani). Tra i fondatori è presente anche Federico Traverso a cui verrà intitolata la futura opera.

Nei suoi viaggi tra Roma e Milano incontra, all’interno delle carceri di San Vittore e Regina Coeli, i bambini incarcerati con le madri. Colpita da quella visione decide di fondare a Volta Mantovana, nel 1952, un nido, titolato a Federico Traverso (improvvisamente scomparso) con lo scopo di dare accoglienza ai figli di quelle donne.

Isa Broggi
Nido Traverso

Le case di Monte Bondone

e Santa Margherita Ligure

Dopo alcuni anni il Nido si trasforma in Ente Morale e si arricchisce di una casa famiglia a Santa Margherita Ligure e di una grande casa vacanze a Monte Bondone, offerta dal dott. Mario Thiele, prima utilizzata dai bambini della casa di Volta, poi come vera e propria casa vacanze data in autogestione a gruppi organizzati di ragazzi, portatori di handicap, famiglie e anziani.

Negli anni l’Ente Morale diventa Fondazione, coinvolgendo in essa il Centro di Aiuto alla Vita di Mantova, la Caritas Diocesana e la Nostra Casa Onlus di Peschiera del Garda.

Una nuova accoglienza

per mamme in difficoltà

La forte necessità di riprendere il cammino iniziato da Mamma Isa, ha fatto pensare ad un nuovo concetto di accoglienza della mamma e del bambino, più attuale e più legato alle diverse esigenze delle donne in difficoltà.

Con un’idea un po’ folle rispetto ai tempi di difficoltà e di ristrettezze economiche, la Fondazione Nido Traverso, con l’aiuto di numerosi contributi, finanzia la realizzazione, a Mantova, di una casa che accoglie donne in difficoltà.

Casa di Mantova
Santa Margherita Ligure

La casa di accoglienza

di Santa Margherita Ligure

Parallelamente alla costruzione della struttura di Mantova, anche a Santa Margherita Ligure, con il contributo di un privato e della Fondazione Carige, la Fondazione Nido Traverso trasforma una sua proprietà in 3 unità abitative per donne in difficoltà e ne affida la gestione al Centro di Aiuto alla Vita di Rapallo/Santa Margherita che ne ha fatto anche la propria sede.

Il sogno continua…